Queste sono le regole da osservare nella nostra Associazione:

 

REGOLAMENTO INTERNO ASD ARCO CLUB SERRO

 REGOLAMENTO INTERNO ASD ARCO CLUB SERRO

 

DISPONIBILITA’ DEL CAMPO

ART. 1 - Il campo è a disposizione dei soci effettivi e sostenitori praticanti in regola con quanto stabilito dalle norme di Statuto e di Regolamento Organico durante tutto l'anno e nelle ore stabilite dal C.D e  dagli istruttori.

Il Consiglio Direttivo può limitare gli orari e i periodi di utilizzo per eventuali esigenze di gestione. - L'ammissione occasionale alla pratica sportiva di arcieri federali ospiti accompagnati da nostri associati è ammessa a condizione che siano tesserati Fitarco, che gli accompagnatori si assumano la responsabilità nei loro confronti e verso la compagnia ARCO CLUB SERRO, e paghino la quota oraria per l'utilizzo dell'attrezzatura e dei servizi affisso alla bacheca societaria – Le classi giovanili in generale devono essere seguiti da un istruttore o da un arciere accreditato della compagnia - Le chiavi del cancello vengono date ad alcuni soci maggiorenni, i quali non devono duplicarle o cederle a chicchessia, e vanno restituite al termine dell'attività sportiva alla Compagnia. L'ultimo che lascia il campo deve chiudere i cancelli d’ingresso e dei locali adibiti a magazzino e bagno, in caso di allenamento serale assicurarsi alla chiusura che le luci artificiali siano spente.  

SICUREZZA

ART. 2 – Per motivi di sicurezza gli arcieri che non hanno completato due anni dopo il corso di avviamento non possono assolutamente modificare o sostituire l’attrezzatura di tiro senza il premesso/consenso degli istruttori societari, chi ottiene in prestito materiale arcieristico associativo dopo 20 giorni di non frequentazione del campo di tiro o degli allenamenti per qualsiasi motivo, dovrà restituire il materiale in modo che venga usato dagli altri soci, sempre per motivi di sicurezza non sono ammessi nel campo animali . Gli ospiti devono sostare almeno 3 metri dietro la linea di tiro (linea gialla o da una linea rossa che delimita la zona tiro con la zona ospiti). Assicurarsi che non ci sia nessuna persona sulla traiettoria di tiro, sul campo e che il cancello d'ingresso sia chiuso.

ART. 3- Le classi giovanili che abbiano terminato positivamente il corso devono tirare solamente in presenza di un istruttore o di un arciere esperto a conoscenza del regolamento di tiro, in grado di controllare il regolare svolgimento delle loro azioni.

ART. 4 - Ogni arciere deve effettuare i tiri alle distanze commisurate alle proprie capacità. Il caricamento dell'arco deve essere effettuato “sulla linea di tiro”. I tiri vanno diretti solo ed esclusivamente verso le targhe, mai verso l'alto o su traiettorie oblique.

ART. 5 - Durante l'attività sportiva è proibito oltrepassare la linea di tiro, attraversare il campo diagonalmente o percorrerlo lungo il suo perimetro.

ART. 6- Gli arcieri devono recuperare le frecce partendo dalla linea di tiro tutti insieme e solo dopo l’accensione del’eventuale semaforo verde. Eventuali frecce disperse potranno essere recuperate purché non si arrechi eccessivo ritardo.Gli arcieri che vengono in ritardo agli allenamenti si dovranno adeguare con i tiri consultando gli istruttori senza recare disturbo agli atleti già presenti. 

ART. 7 - L'estrazione delle frecce dal battifreccia va eseguita da un solo arciere mentre gli altri attendono il loro turno a distanza di sicurezza.

ART. 8 - La posizione del battifreccia non deve essere modificata rispetto a quella prestabilita. I tiri sui 50 e 70 m. devono essere eseguiti con la presenza della barriera di sicurezza.

ART. 9 - Sono vietati: balestre, archi con potenze superiori a 60 libbre e frecce con punte da caccia.

ART.10 – Ogni arciere “durante i tiri” non deve assolutamente dialogare ed è tassativamente vietato l’uso del telefonino. Solo gli istruttori possono interloquire con gli atleti durante i tiri.

ART.11 – in tutto il perimetro interno dell’attività del tiro con l’arco è tassativamente vietato fumare.

Art.12 – Gli atleti appartenenti all’ASD Arco Club Serro che intendono iscriversi ai corsi federali di direttore dei tiri- giudice di gara- istruttore di 1°livello devono avere almeno tre anni di iscrizione continua nell’ASD Arco Club Serro.

PULIZIA, MANUTENZIONE, MODIFICHE E DECORO SPORTIVO

ART. 10 - La cura e la pulizia del campo sono affidate al senso civico e alla buona educazione di tutti. – ogni socio ha l’obbligo di collaborare con i lavori secondo le proprie possibilità. Ogni persona o socio ha l'obbligo di portarsi via i propri rifiuti prodotti nel campo es.: lattine, bottiglie, mozziconi di sigarette, ricambi di targhe, ecc. - La manutenzione verrà effettuata da soci volontari incaricati e dal personale del Comune di Villafranca Tirrena o ditte incaricate. - Non sono ammesse modifiche di alcun genere che siano in contrasto con la delibera comunale e il progetto originale approvato dal Comune di Villafranca Tirrena.

- Iniziative personali, ad esempio: piantumazioni e inserimento di cose in relazione alla loro allocazione nel campo e modifiche in genere, devono essere prima approvate dal C.D. con delibera e vistate dal Comune di Villafranca Tirrena. - Data la finalità della Compagnia si richiede il rispetto del decoro sportivo.

L'abbigliamento deve essere corretto , gli atleti minorenni durante gli allenamenti dovranno indossare tassativamente abbigliamento ginnico e scarpe da tennis o trekking, per i maggiorenni l’abbigliamento per particolari esigenze potrà essere diverso ma comunque consono all’attività che devono svolgere, sono comunque obbligatorie scarpe da tennis o trekking.

ART. 12 - Le auto vanno parcheggiate solamente nell’area sottostante il campo di tiro. – E’ Assolutamente vietato a tutti gli appartenenti al tiro con l’arco  salire con le autovetture nella pista di atletica leggera.

ART. 13 - Il mancato rispetto del regolamento, a seguito di delibera del C.D., fa perdere il diritto di frequentare il campo di tiro.

ART.14 – Videosorveglianza – L’impianto di tiro con l’arco è videosorvegliato 24/24h  per tutelare le attrezzature i locali ed i luoghi - i filmati sono criptati e non visibili, in caso di furti o atti vandalici, le riprese saranno consegnate alle autorità preposte per le indagini. – La videosorveglianza entra in vigore dal momento che sarà esposta la tabella “Area Videosorvegliata”  nel cancello di ingresso al campo di tiro.

Art.15- I genitori ed i parenti degli atleti  non devono interagire o influire sull’attività sportiva dei propri figli durante gli allenamenti e le gare federali; non devono assolutamente improvvisarsi addetti stampa e non possono scrivere o diffondere notizie sportive riguardanti la disciplina del tiro con l'arco. In caso di inosservanza di tale norma, sentito il parere dei dirigenti e degli istruttori, l’atleta ed i propri genitori saranno  invitati a cambiare società.

Art. 16. Il nulla osta per il passaggio ad altra società non ha bisogno nessuna giustificazione, viene concesso immediatamente previa richiesta scritta al Presidente ammesso che i pagamenti associativi siano in regola. L’atleta che richiederà il nulla osta per l’anno successivo a quello corrente potrà essere invitato per volontà del Presidente in caso di partecipazione a gare o raduni di indossare una maglia bianca con il solo distintivo sociale e non la divisa sociale (come da regolamento sportivo federale.) Il socio che richiede il nulla osta (tranne che per motivi di trasferimento ad altra regione) non potrà più far parte dell'ASD Arco club Serro tranne l'accettazione del 100% dei componenti del Consiglio del Direttivo sentito anche il parere dei soci con due anni di anzianità. E’ fatto divieto a chicchessia inviare comunicati stampa riguardanti gli atleti dell’ASD Arco Club Serro.   

Il presente regolamento approvato dall'assemblea dei soci del 19.03.2011, è esposto nelle 2 bacheche del campo di tiro e deve essere letto e sottoscritto dai soci al momento dell'iscrizione.

 

 

L’ASD Arco Club Serro i dirigenti, gli istruttori  ed i propri soci osservano e applicano  il “Codice Europeo di Etica Sportiva” principio di “Gioco Leale” “fair play” , tra le norme del suddetto codice devono essere sempre tenute in considerazione il “portare rispetto al proprio compagno di squadra” ed “aiutarsi a vicenda secondo le proprie possibilità”, il “portare rispetto agli arbitri”, agli istruttori , agli “spettatori.